Edizione di domenica 19 Maggio 2019 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Cambio EUR/USD in rialzo: come investire?

Cambio EUR/USD in rialzo: come investire?

Il cambio da euro a dollaro statunitense ha subìto nelle ultime ore uno spunto rialzista; al momento della scrittura il cambio è di 1.15225. Nella giornata di ieri sono state pubblicate le minute del FOMC (Federal Open Market Committee), relativo all’ultima riunione della FED. Secondo gli analisti proprio queste notizie hanno incrementato il cambio, che da novembre non si spingeva oltre l’importante resistenza di 1.1500

Cross che si muove in maniera forse non del tutto inaspettata; alla precedente riunione della FED, infatti , Powell aveva confermato le attese degli analisti aumentando il costo della valuta al 2,5%. L’incontro di ieri ha fornito ulteriori specifiche su come gli USA si comporteranno in materia di politica monetaria. In particolare, sembrerebbero confermate le notizie di uno stop all’aumento dei tassi, grazie alla minor pressione dell’inflazione.

In conclusione, a dispetto di svariate previsioni, il 2019 è iniziato bene per l’euro, ma prudenza dal secondo trimestre dell’anno. Un esito delle elezioni europee del prossimo maggio non gradito ai mercati, unito alla fine del quantitative easing, potrebbe indebolire la moneta e determinare il ritorno degli investitori al dollaro.

Investire nel cambio EUR/USD: le strategie

Secondo gli analisti, la nostra moneta unica dovrebbe rafforzarsi ulteriormente sul breve periodo contro il biglietto verde; più nel dettaglio, ci si aspetta un prosieguo della fase rialzista in direzione della soglia 1.175. Stando così le cose, possiamo individuare una resistenza a 1.16, un primo supporto a 1.444 e un secondo supporto a 1.34.Sembra quindi vantaggioso in questo momento aprire posizioni long, così da sfrutta il rally dell’euro.

Attenzione alle prossime ore per chi cerca opportunità di guadagno con trading a breve e brevissimo termine. Nella giornata di oggi gli USA diffonderanno i dati sulle richieste di sussidio di disoccupazione e sulle vendite immobiliari. Ricordiamo inoltre che è previsto un intervento di Powell, che potrebbe dare un ulteriore colpo al dollaro, come già successo nelle ultime settimane.

Allargando l’orizzonte valutario occorre però specificare che, con tutta probabilità, il rapporto tra le due divise non dipende tanto dalla forza dell’euro quanto dalla debolezza del dollaro. Suggeriamo dunque di fare attenzione ad altri cross, perché l’euro potrebbe non essere così resiliente nei confronti di altre valute.

Iscrizione trading online