Edizione di mercoledì 17 ottobre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Cross Euro/Dollaro in discesa: conferma del trend ribassista?

Il cambio euro/dollaro al minimo il 29 maggio (trovi qui un’analisi anche sulle strategie di investimento nel Forex) sembra possa essere ri-definito come una reale inversione di tendenza alla luce dei numeri odierni.

Il cross ha infatti trovato una resistenza a 1,1823, e non c’è stato alcuno sblocco al rialzo. Controllando i grafici abbiamo inoltre notato che l’estensione delle candele ribassiste risulta, nell’ultimo periodo, costantemente superiore a quella delle candele rialziste; è ragionevole affermare che ci troviamo dunque in un momento in cui l’euro sta soffrendo la forza del biglietto verde.

C’è una speranza di ripresa per la nostra moneta unica? Sì, ma non a breve termine. Possiamo indicare una resistenza che segnerebbe un’ulteriore inversione di tendenza a favore dell’euro sul livello 1,1850, ma come si nota siamo ben lontani da un traguardo di questo genere.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

Anche gli analisti di Rabobank hanno espresso la previsione di un futuro a medio termine tutto a favore del dollaro; la coppia, addirittura, potrebbe flettere in modo molto accentuato verso 1,12.  In tutti i casi, sembra che solo novità e cambiamenti sulla politica di Quantitative Easing della BCE (ad oggi non è stato ancora toccato il costo del denaro) possa far mutare precocemente l’attuale scenario.

Trading EUR/USD: come approfittare del momento

Non è detto che il momento negativo della nostra moneta debba avere esiti altrettanto insoddisfacenti per le nostre strategie di trading. Anzi, possiamo sfruttare l’attuale inversione di tendenza restando nell’attuale finestra ed entrare con posizioni short; in questo caso sarà opportuno attendere un rimbalzo in area 1,168. Possiamo fissare il target a 1,1370, che potrebbe costituire un’importante resistenza-freno rispetto all’attuale ribasso.

Si potrebbe però interpretare il pattern grafico diversamente, ossia concentrandosi sul supporto a 1,1501. Ciò significa attuare una strategia di “fiducia” nei confronti dell’euro, puntando dunque ad suo recupero. Una volta raggiunto il supporto sopra citato, potremo posizione long sarà potrebbe essere proficua con un pattern rialzista su time frame 4 ore.

Attenzione, come sempre, a non dimenticare di inserire uno stop loss protettivo: la precaria situazione non solo strettamente valutaria, ma del più ampio contesto geo-politico, potrebbe produrre esiti inaspettati nel cross. Cerchiamo sempre di tutelare i nostri soldi con uno stop loss a 1,148.