Edizione di venerdì 20 luglio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Pesos messicani: le previsioni in vista delle elezioni

Le imminenti elezioni per la presidenza del Messico stanno agitando non poco il peso. Sul risultato, in realtà, non dovrebbero esserci troppe sorprese: appare inevitabile una vittoria schiacciante da parte di Andres Manuel Lopez Obrador, noto come AMLO, il leader del Movimento di Rigenerazione Nazionale.

Quale potrebbe essere il futuro dei pesos?

Dobbiamo innanzitutto guardare l’attuale scenario internazionale. Il momento di tensioni commerciali Cina-USA, con il costante pericolo di una guerra economica, ha messo sotto pressione i mercati emergenti, Messico compreso.

Va poi aggiunto che il dollaro statunitense ha iniziato a guadagnare ampio terreno già da un paio di mesi, con conseguenze di contrazione da parte delle valute emergenti; si pensi che nello stesso periodo il peso ha perso il 9,82%. Ribassi altrettanto forti hanno investito il rublo russo, e sulla stessa scia troviamo la lira turca, il peso cileno e lo zloty polacco.

Ciononostante gli analisti definiscono il peso come una delle monete più promettenti del 2018: vediamo subito perché.

Previsioni peso: rialzo dei tassi di interesse?

Ad oggi il peso scambia a uno sconto del 17% circa rispetto alla media decennale del tasso di cambio reale effettivo; ciò significa che i mercati stanno già vivendo “il peggio” di quello che ipoteticamente potrebbe accadere in Messico. In sostanza, la valuta appare sottovalutata.

Il post elezioni potrebbe vedere un rialzo dei tassi di interesse di ben 25 punti base, a fronte di un attuale 7,50%. La riunione del Banco de México della giornata di oggi verosimilmente si tradurrà in un nulla di fatto. Il tasso overnight è già salito di 25 punti base lo scorso febbraio, e incrementarlo oggi significherebbe portare i tassi a soglie pericolosamente vicine ai massimi del 2008. L’annuncio potrebbe essere spostato in agosto.

Alle valutazioni attuali, gli investitori interessati al pesos si trovano in una condizione particolarmente complessa; la moneta potrebbe continuare a dare segni di debolezza con l’avvicinarsi delle elezioni. Tuttavia, dal momento che la correzione scontata appare eccessiva, investire in pesos potrebbe dare ottimi profitti in un’ottica a lungo termine. Una ripresa appare indissolubilmente legata ad un rallentamento del dollaro e dell’inflazione.

Trovi qui indicazioni sui bond Goldman Sachs in valute emergenti, tra cui proprio i pesos messicani.