Edizione di martedì 14 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Aidcoin: cos’è e come funziona

È iniziata oggi l’ICO di Aidcoin, la nuova criptovaluta Made in Italy frutto della startup ChartyStars. Il team della piattaforma si occupa prevalentemente di raccolta fondi per beneficenza, premiando la “buona carità” tramite incontri con vip e star.

Il CEO Francesco Nazario Fusetti, co-founder insieme a Manuela Ravalli e Domenico Gravagno, propone l’obiettivo di rinnovare i settori della old economy, incluso il no-profit, di cui la start up si occupa, sfruttando le potenzialità della blockchain.

Anzi, la catena di blocchi è stata rinominata AidChain, e consentirà alle associazioni e ai privati di poter usufruire di un canale sicuro e tracciabile. In questo modo la speranza è quella di incrementare i contributi. Molti potenziali benefattori, infatti, sembrano essere restii alle donazioni per via dell’incertezza che (complici non pochi scandali) avvolge la destinazione del denaro. L’AidChain permette al contrario un monitoraggio costante di tutte le fasi della transazione, configurandosi come una piccola rivoluzione globale che investe il mondo della tecnologia e quello delle criptovalute, coniugandoli con le ONG.

Altra interessante caratteristica è che Aidchain accetta conversioni da qualunque criptovaluta, con un tasso di cambio aggiornato in tempo reale.

Aidcoin, un’ICO di successo

E parte bene Aidcoin, che raccoglie oltre 6.000 Ether, equivalenti a circa sei milioni di euro. Sembra proprio che gli appassionati e gli investitori stiano davvero allargando il proprio orizzonte d’attesa, slegandosi sempre più da Bitcoin, in fase di stallo ormai da molti giorni. Bitcoin ha iniziato l’anno in discesa, e questo trend sembra il più ostinato che la criptovaluta abbia mai passato.

Il successo di Aidcoin si deve anche a questo scenario, ma l’ICO è stata particolarmente fruttuosa soprattutto perché le altre valute digitali sono crollate. Se ieri era il blue monday, oggi è stato di certo il blue tuesday delle criptovalute. Ethereum ha perso addirittura il 16%, passando da oltre 1.400€ al prezzo, in questo momento, di 1.038€.

Continua insomma il trend che abbiamo visto già qualche mese fa, ossia della seduzione ICO che coinvolge un investitore su tre. Nonostante allarmismi, ribassi, perplessità sull’assenza di una regolamentazione, le criptovalute piacciono. Un azzardo, di questi tempi, che però può ancora essere capace di stupire e regalare soddisfazioni.