Edizione di martedì 16 gennaio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Cardano, la nuova criptovaluta degli scienziati

Proseguiamo il nostro tour alla scoperta delle criptovalute meno  chiacchierate del Bitcoin ma che possono essere ottimi investimenti nel 2018; ricordiamo inoltre che la diversificazione del portafogli è essenziale per minimizzare i rischi.

Abbiamo già conosciuto Stellar Lumens, e ora è il turno di Cardano (ADA), l’ultima arrivata tra le criptovalute: a settembre 2017 è stata infatti creata da un gruppo di scienziati con l’intento di creare una sintesi di Bitcoin, da cui prende la funzione di deposito di valore, Ethereum, a cui si ispira per il servizio di smart contract, e Litecoin per rapidità e gratuità delle transazioni.

La neonata valuta digitale poggia su una blockchain pubblica e decentralizzata, che emette il token chiamato ADA. Rispetto ad Ethereum le operazioni sono più veloci, ma il vantaggio più saliente lo si evince dal confronto con Bitcoin.  Quest’ultimo utilizza la Proof of Work, che ha bisogno di moltissima energia per funzionare. Cardano si pone al contrario con una tecnologia Proof of Stake, ecosostenibile proprio perché non necessità di energia elettrica.

Nonostante la community di Cardano sia ancora “di nicchia”, la criptovaluta ha guadagnato in pochi mesi oltre il 600%, toccando il record di 1,23$ il 4 gennaio. A causa dei ribassi generali avvenuti nella giornata di ieri, oggi il prezzo è di 0,72$, ma il background accademico e le caratteristiche sopra esposte lasciano intravedere un 2018 di successo.

Cardano, come si muoverà?

Il team di Cardano ha pubblicato sul proprio sito una sorta di tabella di marcia che potrebbe ben guidare i trader nelle prossime mosse. Ogni step ha il nome di un poeta inglese, e seguendo l’inter scopriamo che la moneta sta uscendo dalla fase Byron per entrare nella Shelley a partire da Aprile.

Tra gli obiettivi di Cardano nella prima metà di quest’anno val la pena sottolineare:

  • transazioni multisig
  • firme resistenti al quantum
  • portafogli cartaceo
  • backend del portafogli
  • indirizzi human friendly
  • supporto light client

Nonostante a volte le ICO si siano rivelate truffe (abbiamo parlato del caso Confido qualche tempo fa), Cardano sembra invece avere già ottenuto la fiducia degli investitori. Elemento determinante è il CEO Charles Hoskinson, ex co-fondatore di Ethereum, il cui curriculum ha certamente pesato in positivo nel rally di Cardano.

 

 

 

 

 

 

Be the first to comment on "Cardano, la nuova criptovaluta degli scienziati"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*