Edizione di martedì 22 maggio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Coinbase commerce, il nuovo servizio per i pagamenti

Coinbase è uno degli exchange piu famosi, sicuri e affidabili, punto di riferimento per chiunque voglia investire in criptovalute.

Recentemente il sito ha annunciato il progetto di un utile strumento allo scopo di favorire la diffusione delle valute digitali e renderle più sfruttabili nella vita quotidiana. Stiamo parlando di Coinbase Commerce, un servizio che consente ad aziende e privati i ricevere pagamenti direttamente sui propri portafogli digitali. Non sappiamo ancora, invece, i tempi per i trasferimenti e i costi delle commissioni.

Le crypto che ad oggi vengono accettate sono Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin, ma la piattaforma non esclude in futuro di potere integrare altre blockchain. Pagamenti veloci che mettono in collegamento qualunque parte del mondo, e che, come specifica Coinbase, “non è un servizio in hosting, quindi i commercianti hanno il pieno controllo della propria valuta digitale”.

Coibase commerce: come funziona

Coinbase commerce funziona come un plug-in che si scarica in pochi minuti dal sito ufficiale inserendo il proprio numero di telefono ed indirizzo e-mail.

I pagamenti sono gestiti e controllati attraverso una dashboard dalla grafica semplice e intuitiva. Il tool può essere inserito direttamente nel flusso di pagamento di un commerciante o aggiunto come opzione di pagamento su una piattaforma di e-commerce.

Coinbase Commerce è integrato su Shopify. Si tratta di una piattaforma canadese dedicata all’ e-shopping multi canale, ma il team sta lavorando per ottenere ulteriori integrazioni. L’ambizione è chiaramente quella di allargare

I negozianti che vendono i loro prodotti on-line su Shopify potranno quindi farsi pagare, ad esempio, in Bitcoin. Allo stesso modo, chi ha una certo numero di Bitcoin può spenderli per acquistare oggetti concreti: un uso che avvicina sempre di più le crypto alle valute fiat, slegandole dalla rigida etichetta di beni o asset di investimento.

In tutti i casi, questa apertura delle monete virtuali all’economia tradizionale è una manna dal cielo per i token. Continuando a prendere ad esempio Bitcoin, grazie al fermento mosso da Coinbase la criptovaluta si sta riprendendo dai ribassi di inizio anno. In questo momento 1 BTC è scambiato a 9.745$, segnando un recupero di circa il 15% dal minimo del 6 febbraio.