Edizione di martedì 14 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Investire in bitcoin: come e dove comprare

Il Bitcoin è una criptovaluta che ha mostrato un’incredibile resilienza: dal blocco della Cina, alle previsioni di una bolla, il pioniere delle valute digitali resiste.

Investire in Bitcoin è infatti più semplice di quanto comunemente non si creda e accessibile a chiunque abbia anche solo una minima dimestichezza con l’uso del pc.

Il primo passo da fare è quello di installare sul proprio computer o smartphone il portafoglio Bitcoin, unico e capace di riunire gli indirizzi delle transazioni.

Molta importanza ha il canale tramite cui comprare Bitcoin, e si hanno fondamentalmente due strade: la prima è quella di acquistare le azioni di aziende che a loro volta investono nella criptovaluta, ma potrebbe rivelarsi rischioso. Ciò che si possiedono, infatti, non sono Bitcoin, ma quote azionarie. Pertanto, qualunque problema della società il pericolo è che il nostro collocamento sia fallimentare

Tramite invece le piattaforme di trading on line si è totalmente padroni del proprio digital wallet. Mercati online come Forex sono la soluzione migliore per piccoli risparmiatori che non dispongono di grossi capitali; la maggior parte degli acquisti parte da modiche cifre.

A questo punto non resta che scegliere la propria strategia di guadagno, cioè puntare, ad esempio, sul fatto che il costo di BTC varia da una nazione all’altra; in questo caso si può comprare ai minimi in un paese e rivendere a prezzo più alto in un altro stato.

Investire in Bitcoin conviene?

Si deve sempre sottolineare che come qualsiasi investimento si tratta di un rischio, che però come abbiamo accennato è inferiore a ciò che i rumors allarmisti spesso paventano.

Basti pensare che una settimana fa BTC ha superato il suo record, volando a 6.000$; un traguardo che segnala come i trader abbiano fiducia e aspettative molto alte nonostante l’elevata volatilità della valuta.

Volatilità che in tutti i casi ha abbassato la sua forbice: il mercato ha fiducia  nella criptomoneta. È soprattutto sul lungo termine che BTC sta svelando tutte le sue potenzialità, mentre per il breve termine potrebbe rivelarsi un investimento “stressante” e ancora troppo imprevedibile.

Insomma, il prossimo anno potrebbe vedere un prosieguo del trend rialzista, e investire in Bitcoin nel 2018 potrebbe rivelarsi un ottimo affare.