Edizione di giovedì 16 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Lanieri approva pagamenti in bitcoin: l’alta moda abbraccia la tecnologia

Prosegue incessante il rally delle criptovalute: bitcoin e le monete-sorelle hanno quadruplicato il loro valore dall’inizio del 2017, e ciò ha avuto come conseguenza l’accumulo di più o meno ingenti capitali da parte degli investitori.

Chi si è arricchito tramite digital money è ora interessato a spendere il denaro raccolto. Certo, difficile pensare di prendere una pizza su just eat e pagare in bitcoin (anche se con ogni probabilità prima o poi ci si arriverà), ma qualche azienda sta già accettando pagamenti in criptovalute.

È il caso del porto di San Francisco, ma per rimanere in territorio nazionale dobbiamo cambiare totalmente ambito e approdare a quello tessile e dell’alta moda.

Lanieri, la sartoria made in Italy famosa in tutto il mondo per il confezionamento di abiti su misura, ha già reso disponibile ai suoi clienti il pagamento con bitcoin. Simone Maggi, co-fondatore insieme a Riccardo Schiavotto, racconta che è stato proprio un cliente a far scoccare la scintilla, chiedendo la possibilità di pagare in digital money: così i due hanno deciso di provare.

Continua Maggi: “tanti hanno accumulato grandi somme in bitcoin e ora le vogliono spendere”. Del resto puntualizza anche che il tentativo non comporta alcuna perdita, ma al contrario c’è solo da guadagnarci. La volatilità di bitcoin è stata “stabilizzata” grazie all’adozione di Bitpay, una sorta di Paypal interamente dedicato alle criptovalute.

Ecco il procedimento: i clienti trasferiscono i loro bitcoin dal portafogli virtuale a Lanieri, ma ciò che arriva alle casse della sartoria, previo pagamento di una commissione, non sono criptovalute, bensì euro veri e propri. Insomma Lanieri continua la sua attività incassando euro ma ne guadagna in numero di clienti dando ai possessori di borsellini digitali la possibilità di fare shopping usando i bitcoin.

La start-up d’alta moda del resto ha sempre avuto un occhio di riguardo per la tecnologia: le boutique tradizionali, quelle fisiche, sono affiancate dall’e-commerce, e il binomio si è rivelato vincente. Lo scorso anno il fatturato di Lanieri è stato di due milioni di euro, ma quest’anno, grazie anche alla piattaforma di pagamento Bitpay, le previsioni giocano al raddoppio.