Edizione di giovedì 16 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Monero torna su Coincheck: nuove norme di sicurezza

Coincheck ha annunciato il ritorno di Monero (trovi qui un approfondimento dedicato alla crypto) tra le sue operazioni: da lunedì infatti gli utenti potranno prelevare e vendere gli XMR, ma non è ancora disponibile l’opzione di acquisto.

A marzo un gruppo di hacker era riuscito a mettere a segno un colpo da ben 550 milioni di dollari; l’exchange giapponese aveva perso, nello specifico, Monero, Dash e Zcash, e le aveva ritirate dalla piattaforma. I gestori avevano spiegato che il provvedimento affondava le sue radici nel rischio rappresentato da queste criptovalute che forniscono alti livelli di anonimato. Questa caratteristica facilita il loro possibile utilizzo nel riciclaggio di denaro, cosa che invece non avviene con altri token, ad esempio il bitcoin.

L’exchange riapre ora le porte ad una delle tre valute digitali incriminate, cambiando però le regole del gioco.

Nonostante una politica rigida, come vedremo a breve per l’exchange i problemi potrebbero non essere finiti. Secondo un recente report, l’agenzia giapponese per i servizi finanziari ha cercato di far leva sulle piattaforme di trading, invitandole al ban delle crypto private.

Al momento Coincheck non sembra voler rispondere; la società ritiene che adottando strumenti che garantiscano la sicurezza ed evitino frodi si possa assicurare ai clienti qualunque tipo di operazione. Sembra inoltre che verranno a breve ripresi gli scambi anche in ZCash e Dash, implementando anche per loro le verifiche così da tutelare il patrimonio degli utenti.

 

Novità Coicheck: aumentata sicurezza per Monero

Innanzitutto, la piattaforma ha annullato le precedenti richieste di transazioni, e dunque gli utenti dovranno avviare nuovi trasferimenti. A partire da questa settimana verrà loro richiesto di confermare l’indirizzo di destinazione e di indicare il motivo di ciascuna transazione in un campo dedicato. Il sistema richiederà automaticamente la convalida per le informazioni associate a ogni transazione.

Altra novità riguarda la verifica obbligatoria dell’identità. In pratica, se si inviano token o yen, l’utente dovrà sottoporsi ad un controllo sui suoi dati che potrà richiedere anche diversi giorni.

Ulteriore misura di sicurezza è stata presa in merito al volume di scambi e ai prezzi. Se questi dovessero subire impennate repentine, Coincheck le giudicherà “sospette“, e si riserva il diritto di sospendere le negoziazioni.