Edizione di giovedì 16 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Pagare con i Bitcoin attraverso Mastercard: brevettata nuova tecnologia

Il gruppo Mastercad ha vinto un brevetto su un metodo che consentirà di gestire riserve frazionarie di valuta blockchain. Al momento però la novità non è operativa; i clienti in possesso di carte di credito o di debito Mastercard dovranno continuare ad effettuando pagamenti usando le valute a corso legale.

Nel documento, reso pubblico insieme all’Ufficio Brevetti e Marchi degli USA, Mastercard ha sottolineato come si sia registrato un aumento delle criptovalute da parte dei consumatori. La blockchain, insomma, è gradita da una massa di persone in crescendo grazie alle sue caratteristiche di anonimato e sicurezza.

Vengono però rilevate anche delle criticità; ad esempio, si legge, servirebbe implementare la capacità di archiviazione e di elaborazione: “Mentre le valute blockchain possono spesso fornire sicurezza per le informazioni del pagatore, tale sicurezza può essere limitata per i beneficiari, in particolare a causa dei limiti della blockchain“. Un esempio riguarda la velocità. Una transazione tradizionale impiega meno di un secondo per essere completata, mentre la blockchain necessita di una decina di minuti (con le dovute differenze tra un protocollo e un altro).

Non è difficile intuire quanto queste riserve siano pregnanti nell’ipotetico atto futuro di consentire pagamenti in valuta digitale tramite Mastercard; venditore e acquirente dovrebbero attendere minuti interminabili, o il primo dovrebbe fidarsi ciecamente del secondo. Insomma, poco verosimile, soprattutto perché proprio l’anonimato della blockchain potrebbe svantaggiare le attività commerciali che accetterebbero quei pagamenti.

Crypto come mezzo di pagamento: quali conseguenze?

Secondo gli esperti di Fundstrat, questa potrebbe essere una buona notizia per l’intero comparto criptovalutario. Tom Lee ha dichiarato che: “è positivo convalidare l’idea che il denaro digitale, o il denaro a base blockchain, sia una valida forma di transazione“.

In effetti tale uso sta iniziando ad espandersi, a partire dal Giappone; la consapevolezza è quella che la moneta non è sì tangibile, ma le transazioni sono reali.

I primi segnali positivi vengono da Bitcoin, che dopo l’annuncio ha superato i 7.000$ e si è mantenuto sopra i 7.300$; al momento della scrittura il prezzo è sopra i 7.500$. Siamo quindi ad un rialzo di oltre il 15% rispetto ad un mese fa, e i BTC potrebbero essere ancora il migliore investimento per il 2018.