Edizione di giovedì 15 novembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Previsioni Bitcoin 2018

Bitcoin è la criptovaluta più famosa, controversa e chiacchierata del momento: macina record su record e ogni resistenza sembra essere superata senza troppa difficoltà. Il boom di interesse che sta coinvolgendo non solo trader professionisti ma anche “dilettanti” fa sì che si siano moltiplicate anche le previsioni sul prossimo anno: se il 2017 è stato l’anno delle criptovalute, il 2018 potrebbe essere quello del loro consolidamento e della loro accettazione come mezzo di pagamento.

Tralasciando fantasiose previsioni di un Bitcoin che raggiungerebbe i 500mila dollari, possiamo però constatare che la prossima resistenza, quella dei 20.000$, è sempre più vicina: in questo momento la quotazione BTC è infatti è di 14.901$, ma qualche ora fa la valuta ha superato i 17.000$. Superato questo muro a 20.000, un’ulteriore resistenza è fissata sui 40.000$. Traguardo non lontano se i bitcoin continueranno a salire con questo ritmo e, secondo alcuni analisti, raggiungibile entro la fine del 2018.

Attenzione: una più stringente regolamentazione potrebbe far piombare di colpo la criptovaluta, facendola assestare in area 10.000$. Le prospettive del mercato sono insomma strettamente dipendenti non solo dalla fiducia dei trader, che per lo meno sul breve e medio termine sembra non essere messa in discussione, ma anche dalle politiche economiche e legislative.

Prezzo Bitcoin: aumenterà ancora?

Se sempre più Paesi si allineeranno alla legislazione della Cina sul bando ICO, verrà meno l’enorme potenziale speculativo delle monete virtuali: Bitcoin e altre cryptocurrency ne usciranno indebolite e i loro investitori si rivolgeranno ad altri asset.

Di contro però Paesi come Taiwan e Giappone si muovono in direzione opposta, e se l’accettazione governativa si allargherà ci sarà allora una base solida per il prosieguo del rally. E non si trascuri il lancio dei futures di Bitcoin sulle due borse di Chicago, che tra pochi giorni allargherà la platea dei trader anche agli investitori retail.

Il ciclo di crescita sul breve periodo sembra dunque positivo e possiamo azzardare a previsioni rialziste. Va però sottolineato che per ogni ciclo di crescita, difficilmente superiore ai 4 mesi, i mercati mostrano un chiaro pattern di alternanza alto-basso.

Possiamo quindi aspettarci movimenti ribassisti sul lungo periodo; investire in bitcoin conviene insomma, a patto di prestare attenzione ai modelli dei cicli di mercato.