Edizione di giovedì 24 maggio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Prezzo Bitcoin: inizio anno in discesa

Se il capodanno è tradizionalmente un nuovo inizio, per Bitcoin sembra essersi innescata invece la retromarcia: dopo aver toccato quasi i 20.000$, oggi la criptovaluta più chiacchierata è quotata a 13.739$. Vacanze natalizie indigeste, potremmo dire: dopo il ribasso del 20 dicembre, BTC non sembra accennare ad una ripresa. Si tratta, certo, della moneta digitale con la più alta capitalizzazione di mercato e il prezzo più allettante per intenti speculativi, ma secondo diversi analisti questo crollo va interpretato come un pericoloso campanello d’allarme.

E tra i più avversi nemici delle criptovalute troviamo David  Stockman, ex Direttore dell’Ufficio per la gestione e il bilancio degli Stati Uniti, che in un’intervista ha predetto un “crash spettacolare” per il rally di Bitcoin. Insomma il 2018, secondo Stockman, sarà l’anno dello scoppio della bolla.

Conviene quindi vendere i propri bitcoin? Ni. Sul breve termine, essendo BTC un asset fortemente speculativo, la mossa più sensata è quella del buy, ma se ci spostiamo sul lungo termine è verosimile che le due azioni più vantaggiose siano la vendita o l’investimento su posizioni short.

Quotazioni criptovalute: dove conviene investire

Prime ore del 2018 dure anche per Ripple: la valuta prodigio, dopo un rialzo che l’aveva portata sino ad un prezzo di 2,80$, in questo momento vale 1,89$. Un volo verso il basso clamoroso, ma fisiologico, verosimilmente causato dall’effetto domino di BTC. Nonostante l’inciampo, Ripple si configura come una delle monete virtuali più promettenti, e le previsioni XRP 2018 vedono gli analisti piuttosto concordi nel classificarla come una valuta di sicuro interesse, soprattutto per coloro che non vogliono investire ingenti capitali.

Chi non risente invece dei dubbi del mercato sulle criptovalute è Ethereum. Un ETH viene, nel momento in cui si scrive, scambiato per 748$, ma nelle ore passate ha toccato il record di 870$. Secondo alcuni esperti, le previsioni Ethereum 2018 sarebbero rosee: ETH dovrebbe raggiungere il prezzo di BTC, mettendo così a segno un balzo di prezzo a quasi due zeri. Difficile immaginare un volo così ardito, ma rimanendo con i piedi per terra sembrano più aderenti alla realtà le ipotesi che vedono Ethereum in procinto di sfondare quota 1.000$ durante i primi mesi del 2018, per poi assestarsi attorno ai 2.000$ nella rimanente parte dell’anno.