Edizione di lunedì 17 Dicembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Prezzo Bitcoin in rialzo: probabile inversione di tendenza

Bitcoin ha guadagnato in meno di 24 ore più del 15%, rialzo che non si vedeva da aprile scorso. Da due settimane, inoltre, la crypto ha perso il 40% del suo valore (ne avevamo parlato qui), probabile per via dell’hard fork di Bitcoin Cash. Lunedì è stato poi il giorno più nero degli ultimi 12 mesi, con una quotazione scesa a 3.600$. Al momento della scrittura, 1 token è scambiato a 4.026$.

Sembrerebbe insomma l’inizio di un rally, come afferma anche Mati Greenspan, analista di mercato della piattaforma e-toro. Il motivo? Una correzione del recente sell-off, dunque una ragione eminentemente tecnica. Secondo Greenspan Bitcoin trarrà vantaggio dalla crescente popolarità (e relativi usi pratici) della blockchain, in un’ottica a lungo termine. Gli investimenti migliori sulla valuta digitale sarebbero dunque da farsi sul lungo periodo.

L’analista suggerisce tuttavia di non puntare il totale del proprio capitale su Bitcoin o altre crypto; si tratta in tutti i casi di un prodotto volatile e imprevedibile, adatto ad investitori con alto profilo di rischio. Anche per costoro è comunque utile organizzare un portafogli multi-asset così da minimizzare eventuali perdite.

Previsioni Bitcoin: è l’inizio della ripresa?

Diversi analisti, appassionati del settore e investitori stanno vivendo questo aumento di prezzo con la speranza che possa determinare un rally stabile. Da gennaio, infatti, i BTC hanno perso circa il 68%: un’ecatombe da cui la moneta sta facendo molta fatica a riprendersi.

Per una strategia di trading online rialzista possiamo porre due livelli cruciali rispettivamente a 4.712$ e 5.050$. Raggiunto il primo potremmo considerare il mercato nettamente propenso all’acquisto.

Dobbiamo stare però attenti che Bitcoin non scivoli in area 3.620$; da qui potrebbe addirittura verificarsi un crollo sull’importantissimo livello dei 3.000$.

Risulta in tutti i casi difficile sperare in quotazioni come quelle di un anno fa. Vero è che le istituzioni si stanno aprendo verso una regolamentazione e un uso diffuso della tecnologia cypto e blockchain, ma dall’altro lato siamo ancora molto lontani ad un uso di Bitcoin come normale mezzo di pagamento.

Per concludere, si potrebbe approfittare del momento positivo anche per fare trading sulle altcoin. Nella maggior parte dei casi, un BTC in ripresa riesce a trascinare l’intero comparto; ad esempio Ethereum è balzata dai 102 ai 115$ in poche ore.