Edizione di lunedì 17 Dicembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Prezzo Bitcoin in forte ribasso: toccato il livello minimo del 2018

Nuovo picco per Bitcoin, ma purtroppo nuovamente verso il basso; nell’ultima settimana la crypto ha perso il 30% e c’è già chi parla di caduta verso i 4.000$.

Nella sola giornata di oggi la valuta ha registrato un -16%, toccando il minimo intraday di 4.250$. Al momento della scrittura 1 BTC viene scambiato per 4.537,23 $.

Un crollo probabilmente inatteso dai più, visto che ottobre e novembre erano stati caratterizzati da un’inedita stabilità che aveva portato i token ad un prezzo di circa 6.400$. Una situazione che, similmente al gioco del domino, ha trascinato con sé le altre monete virtuali. In particole Ethereum, che è stata spodestata da Ripple nel suo ormai ex secondo posto tra le crypto con più alta capitalizzazione di mercato.

Cosa è successo? Anzitutto già la scorsa settimana si erano avute avvisaglie di nervosismo per via dell’hard fork di Bitcoin Cash; la blockchain divisa in Bitcoin Abc e Bitcoin Sv non ha incontrato il favore degli investitori, che l’hanno trovata pretestuosa e affatto necessaria.

In secondo luogo troviamo la sentenza della SEC che ha condannato due sviluppatori di ICO; la decisione sembra muovere verso la necessità di trovare regolamentazione “tradizionale” ad un mondo fino ad ora opaco e disseminato di potenziali truffe e frodi.

Previsioni Bitcoin, ancora ribassi?

Il momento negativo potrebbe durare ancora per tutta la settimana; in sintesi, è poco verosimile aspettarsi un rally di Bitcoin capace di riportarlo sopra i 6.000$, per lo meno nel giro di pochi giorni.

Sarebbe sbagliato, in tutti i casi, imputare questo crollo a sole ragioni interne al comparto criptovalutario. Questo autunno è stato infatti particolarmente ostile per i mercati in generale, inclusi ad esempio quelli azionari.

Secondo Bloomberg, tuttavia, i BTC potrebbero scendere al di sotto dei 1.500 $. Un’ipotesi di sell-off condivisa da molti analisti, che addirittura trascinano la previsione nera per qualche settimana.

Un dato opposto emerge invece da un sondaggio sugli investitori, che hanno affermato che, in ottica decennale, preferirebbero puntare su Bitcoin rispetto ad asset più sicuri come oro e obbligazioni.

E anche Tom Lee, cofondatore di Fundstrat, ha comunicati ai clienti il target price di fine 2018 della crypto è sceso da 25.000 $ a 15.000 $. Un calo sì, insomma, ma pur sempre sopra i 10.000 $.

Trovi qui ulteriori prospettive di fine anno su Bitcoin.