Edizione di venerdì 20 luglio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Quotazione Tron in ribasso: continuerà il flop?

Tron, la criptovaluta che minaccia Ethereum, sta scambiato al ribasso contro tutte le previsioni positive che avevano animato i crypto-addicted negli ultimi due mesi. Al momento della scrittura la valuta digitale scambia a 0,39$, dopo aver toccato due giorni fa il suo record di 0,43$.

Facciamo un passo indietro per capire cosa sta succedendo ad una delle criptovalute che sembravano più promettenti nel 2018.

La Fondazione e il team TRON hanno lavorato 24 ore su 24 per evadere dall’ecosistema di Ethereum e rivendicare la propria indipendenza. Sul blog ufficiale si legge che “Attualmente, abbiamo completato lo sviluppo della blockchain pubblica di TRON Odyssey 2.0, lanciato il mainnet e adottato TPOS, un meccanismo DPOS migliorato. Negli ultimi 2 mesi abbiamo eseguito 384 test unitari e creato una versione più sicura e stabile della blockchain pubblica attraverso correzioni di bug e stress test.”

Inoltre, la squadra ha eliminato i token ERC-20, o per meglio dire li ha traslati nei nativi TRX sulla nuova blockchain. Insomma, un vero e proprio indipendence day.

Le attese per un rally erano dunque altissime, eppure dopo un iniziale apprezzamento, la crypto è inesorabilmente crollata. Il clamore pare essere stato smorzato dagli investitori che si sono catapultati nel processo di migrazione dai vecchi ai nuovi token, senza scambiare per paura di perdere la scadenza del deposito.

Investire in Tron: conviene?

Il momento negativo potrebbe essere solo passeggero, e la valuta potrebbe verosimilmente riprendersi in tempi brevi. TRON ha infatti completato da poco un burn di 1 bilione di TRX, che a sua volta dovrebbe aiutare a rafforzare il valore del nuovo token TRX nelle prossime settimane.

Ci aspettiamo che TRX ricominci a salire, parallelamente all’incremento della capitalizzazione di mercato. Justin Sun, il fondatore di TRON e della Fondazione TRON punta a far diventare TRX la seconda criptovaluta più scambiata al mondo. Chiaramente per prendere il posto di Ethereum, la diretta concorrente, la “secessione” è stato il dovuto primo passo.

La performance negativa può essere facilmente spiegata con il momento di incertezza legato alla migrazione. Potrebbero essere necessari diverse settimane affinché TRON recuperi e torni ai livelli di 0,40$; la crypto potrebbe raggiungere una vetta di 0,25$ già entro la fine del 2018.