Ripple Acquisisce MoneyGram. Ma è vero?

162

Ieri si è diffusa la notizie che Ripple avrebbe acquisito MoneyGram, gigante USA dei trasferimenti di denaro.

Ad oggi entrambe le società si sono rifiutate di commentare la notizia, per cui si tratta solo di speculazioni, che tuttavia fanno gola al mondo dei Ripple e delle crypto in generale.

 

In un tweet scritto dal trader “CryptHawk”, si legge come la fonte secondo la quale Ripple ha acquisito MoneyGram sarebbe “attendibile”, e soprattutto questa news aprirebbe le porte ad un colpo ancora più grande: Walmart, il gigante del grocery americano.

Ripple acquisisce Moneygram, perché potrebbe essere vero

MoneyGram era in vendita già da un po’, nel tentativo di arginare il calo dei ricavi e di dare una ristrutturazione completa ai numerosi debiti di cui è afflitta (si parla di oltre 900 miliardi di dollari).

Già in passato MoneyGram era stata quasi acquisita, quella volta da Ant Financial, azienda di proprietà di Jack Ma, il presidente esecutivo di Alibaba Group Holding; il tentativo di acquisizione era fallito perché il Governo USA ha prontamente respinto la questione a causa di problemi di sicurezza nazionale.

Ai tempi, MoneyGram valeva 18 dollari ad azione (per un totale di circa 1 miliardi di dollari), oggi invece ne vale 1,40 circa, il che porta ad una capitalizzazione di mercato di circa 83,5 milioni di dollari.

Se effettivamente le voci dovessero essere vere, per Ripple sarebbe un colpo enorme, sia in termini di diffusione del marchio, ma anche e soprattutto relativamente al numero di persone cui offrire i propri servizi.

MoneyGram, infatti, opera in oltre 200 paesi in tutto il mondo, sia online che non.

Il bacino, è enorme.

Perché Ripple non può acquisire MoneyGram

La comunità Ripple è divisa: secondo alcuni sarebbe una battuta d’arresto per l’adozione di XRP se Ripple acquisisse MoneyGram.

Secondo alcuni, non ha molto senso che lo facciano. Se lo facessero, entrerebbero in concorrenza con ogni altra società di trasferimenti di denaro transfrontalieri, che è poi la loro base di clienti.

E’ il momento giusto per comprare Ripple?

In attesa di vedere se la voce dell’acquisizione è vera o meno, alcuni immaginano un boom nella quotazione della criptovaluta, cosa che sarebbe accolta con notevole interesse per tutti i possessori di XRP.

Per questo motivo, considerando che la quotazione è ancora molto accettabile (meno di mezzo dollaro) potrebbe essere un buon momento per comprare oggi Ripple tramite piattaforme sicure come CoinBase.

Un’alternativa può essere quella di fare trading con piattaforme affidabili come eToro, che permettono di copiare i migliori investitori del settore.

Da tenere d’occhio le quotazioni XRP in tempo reale.