Edizione di mercoledì 20 Marzo 2019 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Reddito di Cittadinanza 2019 Requisiti: a chi spetta

Reddito di Cittadinanza 2019 Requisiti: a chi spetta

La legge di Bilancio 2019 ha istituito quello che, impropriamente, è definito reddito di cittadinanza. In realtà sarebbe più corretto parlare di reddito minimo garantito, giacché la misura non è rivolta indistintamente a tutti i cittadini ma solo a coloro che sono privi di reddito o le cui entrate sono al di sotto del minimo vitale per la sopravvivenza.

Vediamo subito quali sono i requisiti per chiedere il reddito di cittadinanza 2019 e a chi spetta.

Requisiti economici

Condizione preliminare ed essenziale è avere un ISEE inferiore a 9.360 euro. Sussiste anche il limite di reddito familiare, fissato invece a 6.000 euro annui; tale “margine” va poi moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (cioè 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1).

Per quanto concerne il patrimonio finanziario, il tetto è di 6.000 euro più 2.000 dal secondo familiare (incluso) fino a 10.000 euro; tale limite può essere incrementato di 1.000 euro per figlio a partire dal terzo (incluso) in poi, e di 5.000 per ogni componente con disabilità.

Per presentare domanda bisogna avere un patrimonio immobiliare non superiore a 30.000 euro, esclusa la prima casa di abitazione.


Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno

La richiesta è vincolata allo status di cittadino italiano o comunque UE maggiorenne; il beneficio si estende anche ai familiari titolari di permesso di soggiorno, di diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. La legge specifica anche che è necessario essere residenti in Italia da almeno 10 anni, di cui almeno gli ultimi 2 in modo continuativo.

Altri requisiti

L’istanza può essere inoltrata, infine, solo se non si possiedono navi da diporto, né autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, né autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti. Non rientrano in questo computo auto e motoveicoli soggetti alle agevolazioni fiscali di cui beneficiano le persone con disabilità.

Ricordiamo che si potrà presentare domanda a partire dal 6 marzo, e le erogazioni, che avverranno attraverso una Carta di pagamento elettronica, inizieranno il 27 aprile.