Edizione di martedì 22 maggio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Come investire in borsa: CFD o opzioni binarie?

Grazie ai passi da gigante della tecnologia, per investire in Borsa non occorre più recarsi fisicamente presso le sedi fisiche. È infatti possibile effettuare quest’attività comodamente da casa. In effetti una buona preparazione teorica, capacità di analizzare i mercati e qualche risparmio da giocare possono fare guadagnare davvero cifre esorbitanti. Teniamo però a precisare fin da subito che ogni trading che miri ad essere fruttuoso necessita di studio, razionalità e soprattutto oculatezza.

Abbiamo dato molti spunti di investimento, inclusi i suggerimenti di Société Générale per il trading del 2018, ma prima di fiondarsi a capofitto sui mercati occorre capire come muoversi e iniziare a prendere confidenza con la terminologia del settore.

CFD e opzioni binarie, come funzionano?

Entrambi gli strumenti sono derivati, hanno cioè il grosso vantaggio di usare un asset sottostante. Non occorre quindi possedere materialmente azioni o materie prime.

L’andamento dei CFD ricalca quello dello strumento cui si riferiscono. Se l’azione cresce, cresce anche il CFD e dunque il guadagno è proporzionale a quello dell’asset.

Le opzioni binarie invece consentono di fare pronostici sull’andamento di un titolo e sono “a tempo”, di solito a breve termine (anche meno di un minuto!). L’investitore guadagna un fisso se la previsione (al ribasso o al rialzo che sia) è corretta. In generale tale percentuale è di circa il 75% dell’investimento.

Altra differenza sostanziale riguarda i lotti, cioè le quantità minime negoziabili, elemento del tutto assente nelle opzioni binarie. Semplificando, se operi con le opzioni binarie potrai acquistare o vendere un singolo titolo; se utilizzi i CFD ti imbatterai nell’obbligo di acquistare un numero minimo di x lotti che ogni società stabilisce in modo autonomo e variabile

Ci si potrebbe chiedere a questo punto quale sia lo strumento migliore. Come quasi sempre in finanza, tutto dipende dal proprio capitale iniziale, da quali sono le aspettative di guadagno e, perché no, quale sistema si confa maggiormente alle nostre attitudini.

Certamente le opzioni binarie sono più semplici da utilizzare, consigliabili soprattutto per i neofiti. Prima di fiondarsi sui CFD suggeriamo invece di fare pratica in conto demo in uno dei tanti siti broker che consentono simulazioni gratuite, così da entrare nel meccanismo di questo strumento.