Edizione di mercoledì 17 ottobre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Investire in fondi immobiliari: vantaggi e svantaggi

Abbiamo già parlato del settore immobiliare a proposito di come guadagnare con gli affitti brevi e con i condhotel, ma in effetti queste sono soluzioni che richiedono ingenti somme iniziali. I fondi immobiliari sono invece adatti a chi non ha grosse cifre da investire ma vuole comunque beneficiare dell’andamento del mercato.

I fondi immobiliari sono fondi comuni di investimento chiusi. Ciò significa che, a differenza dei fondi aperti, il capitale viene interamente stabilito all’inizio. Una volta costituito il fondo e dato il via alla collocazione, non è più possibile aumentare il suddetto capitale.

Questi fondi vengono quindi collocati in borsa, e questo permette di investire nel segmento immobiliare anche in seguito tramite l’acquisto o la vendita di azioni. Per mettere in atto strategie efficaci occorre comunque fare attenzione a due parametri: il prezzo dell’azione e il NAV. Il primo ci indica il valore reale del titolo, basato sulla dinamica domanda/offerta; il secondo riguarda il patrimonio netto di un fondo di investimento, e può essere facilmente gonfiato tramite il ricorso a valutazioni di società indipendenti. Il nostro suggerimento è di attenersi al prezzo del titolo e al suo andamento.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

Una delle principali attrattive di questo genere di investimento riguarda i dividendi.  Il dividendo non è però necessariamente un profitto ma più spesso costituisce solo un “anticipo” del patrimonio immobiliare la cui quota individuale si sarebbe comunque ricevuta alla scadenza.

Conviene investire in fondi immobiliari?

Da questo detto sino ad ora sembrerebbe proprio di no! Vanno inoltre considerate le commissioni che le società di gestione del risparmio applicano ai contratti, sia per quanto concerne la sottoscrizione che per la liquidazione e gli eventuali profitti.

Ulteriore punto critico riguarda proprio i guadagni. Il settore immobiliare si sta innegabilmente riprendendo e per anni è stato uno dei comparti a mostrare le migliori performance sul mercato. Tuttavia ad oggi è difficile pensare che il valore degli immobili possa tornare ai livelli pre-crisi.

Tuttavia, se sei un piccolo risparmiatore, questi fondi ti garantiscono la possibilità di operare anche con quote minime. In più, avrai la sicurezza di uno strumento gestito dalle società di gestione del risparmio, che operano sotto lo stretto controllo della Consob e della Banca d’Italia.