Edizione di venerdì 21 settembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Investire nel mattone e guadagnare con gli affitti brevi

Il settore immobiliare sembra essere uscito finalmente dalla crisi economica, ma totalmente rinnovato. Se fino ad una decina di anni fa si ricercava profitto affittando i propri appartamenti a famiglie con reddito sicuro e dimostrabile, adesso le cose stanno cambiando. Abbiamo già parlato di come investire in condhotel possa offrire ottimi guadagni, e oggi ci occuperemo degli affitti a breve termine. Insomma, per rendere l’investimento immobiliare proficuo dobbiamo evitare gli inquilini fissi e puntare sulla mobilità.

Un business che già conoscerai: chi non è mai andato, ad esempio, su AirBnB per prenotare una casa vacanze? Se però ora sei interessato al ruolo di imprenditore, occorre seguire qualche regola per far fruttare al meglio i tuoi immobili e ottenere il massimo profitto possibile.

Diventare locatori: ecco come ottenere i più alti profitti

Il passaparola funziona solo dopo che hai una base di clienti ben consolidata, ma se sei all’inizio devi investire in un po’ di pubblicità. Scegli le migliori foto della tua casa, ma attenzione a non usare scatti ingannevoli, e registrati come locatario sulle principali piattaforme del settore. Oltre al già citato AirBnB, suggeriamo per serietà anche Booking e HomeAway.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

Naturalmente ogni volta che qualcuno prenoterà il tuo appartamento, il sito prenderà una percentuale. Capirai col tempo quali sono i motori di ricerca capaci di coniugare visibilità e trattenute adeguate.

Se sei un neofita del settore, probabilmente avrai qualche difficoltà nello stabilire le tariffe. Dovrai, è ovvio, guadagnarci, ma attenzione a non puntare troppo in alto, specie agli inizi. Attieniti alla media di mercato e sii in linea con le effettive condizioni dell’immobile, la sua collocazione, i servizi che includi e il target cui ti riferisci.

Ottenere entrate elevate da questa attività non è un sogno; secondo recenti statistiche il turismo è in crescita, soprattutto per le toccate e fughe dai 2 ai massimo 4 giorni. Ciò significa però che dovrai impegnarti a rispondere velocemente e tenere la casa sempre al meglio, al fine di ricevere quante più possibili recensioni positive.

Si tratta insomma di un vero e proprio lavoro autonomo, ma con il vantaggio che nell’ambito della ricezione turistica sono attivi contributi a fondo perduto e detrazioni fiscali.