Edizione di martedì 22 maggio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Quotazioni Carige, titoli sospesi da Consob

La Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, ha sospeso i titoli di Banca Carige dal mercato finanziario, “fino a quando, anche in esito alle eventuali iniziative delle competenti autorità per la vigilanza prudenziale, non sarà ripristinato un corretto quadro informativo sui titoli”. Una seconda edizione di quanto era successo con Monte dei Paschi di Siena quasi un anno fa.

Viene contestato dalla commissione il fatto che il contesto informativo attuale non garantirebbe la trasparenza verso gli investitori; tuttavia, precisa la commissione, lo stop temporaneo non riguarda gli strumenti finanziari aventi come sottostante indici contenenti i titoli emessi da Banca Carige.

La nota dell’authority specifica che la decisione è stata presa a causa “dell’incertezza in merito all’operazione di aumento di capitale e alle eventuali iniziative in corso da parte della Banca e delle competenti autorità per la vigilanza prudenziale”.

Titoli Carige: aumento di capitale

Consob ha provveduto alla sospensione dopo il comunicato di Carige divulgato ieri e  con il quale la banca ha reso noto che non si erano realizzate le condizioni per formare il consorzio di garanzia per avviare l’aumento di capitale a 560 miliorni di euro: 500 milioni riguardano i soci, 60 sono riservati agli ex obbligazionisti subordinati.

Le banche del consorzio di garanzia (Credit Suisse, Barclays e Deutsche Bank) sarebbero colpevoli, secondo Malacalza Investimenti, primo azionista di Banca Carige, di aver fatto mancare l’appoggio necessario per raggiungere la cifra, vitale per la sopravvivenza dell’istituto ligure.

Malacalza ha inoltre dichiarato di aver presentato richiesta all’autorità di vigilanza tre settimane fa, allo scopo di ottenere il benestare per incrementare la propria quota nella banca e arrivare al 28%. Domanda che però non avrebbe ottenuto risposta.

Il titolo Carige del resto non ha vissuto un buon 2017, e l’aumento di capitale si configura come necessario per evitare una crisi bancaria: da inizio anno le quotazioni hanno perso ben il 53,7% del loro valore, e l’ultimo prezzo di chiusura è stato di 0,1473€. Ieri, prima della sospensione, il titolo ha toccato il minimo storico di 0,1426€.

Il consorzio ha tempo fino a lunedì per trovare soluzioni che consentano l’aumento di capitale, operazione che dovrà essere conclusa entro il 31 dicembre, come richiesto dalla Bce.