Tax Freedom Day 2019: Moneyfarm ti paga il bollo

67

Il Tax Freedom Day è il giorno della liberazione fiscale, e per l’anno in corso cade il prossimo 4 giugno. Ma in che senso liberazione fiscale? No, purtroppo le tasse non verranno totalmente soppresse; si tratta piuttosto di una giornata in cui, se pagassimo allo Stato tutte le imposta, anticipandole, dal giorno seguente tutti i nostri introiti costituirebbero guadagno al 100%. In parole povere, se versassimo tutte le rendite accumulate fino al 4 giugno non avremmo più oneri fiscali per tutto il 2019.

Proviamo a semplificare ulteriormente. Questa data ci dice che di 12 mesi lavorativi, i guadagni di 5 sono destinati al carico fiscale. In teoria nessuna sorpresa, siamo abituati a pagare anche il 40% in tasse, ma è psicologicamente diverso che pensare di dare interi 5 mesi di retribuzione unicamente in imposte!

Peraltro Moneyfarm, la famosa società di consulenza finanziaria indipendente, ci ricorda che quest’anno la data è stata fissata un po’ più in là rispetto al 2018, quando il Tax Freedom Day fu celebrato il 2 giugno. Potrebbe sembra una differenza da niente, ma in realtà posticipare equivale ad una dichiarazione di accresciuta pressione fiscale. Ad oggi, di fatto, il 42,2% di ciò che privati e aziende producono (il PIL) viene destinato allo Stato. Una percentuale altissima, battuta solo da quella di Francia, Belgio, Danimarca e Finlandia.

Gestione patrimoniale Moneyfarm: i vantaggi per gli investitori

Moneyfarm (click per sito ufficiale) offre da anni svariati profili di efficienza fiscale, che consentono di attenuare le oscillazioni dei mercati attraverso un credito d’imposta.

In occasione del Tax Freedom Day, la società ha destinato un ulteriore regalo agli investitori. Sottoscrivendo la gestione patrimoniale entro il 9 giugno si otterrà il rimborso dell’imposta di bollo per i successivi 12 mesi.

Iscriviti ora gratis a Moneyfarm e investi senza pagare il bollo! 

La gestione patrimoniale è di per sé una buona scelta di investimento, soprattutto per chi non è un esperto del settore. Si pensi, ad esempio, alla comodità di avere un professionista che effettua le scelte più remunerative, o ai costi decisamente contenuti alla portata anche di piccoli risparmiatori.

E a proposito di costi, Moneyfarm (sito ufficiale) ha recentemente comparato la gestione patrimoniale con quella in amministrato; il risultato è che con la prima il cliente può risparmiare dal 15% al 25% di tasse, a seconda del portafogli scelto.

Conto Deposito

SCEGLI UN CONTO DEPOSITO SICURO
Clicca per apertura conto