Edizione di lunedì 17 Dicembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Previsioni argento 2019 in salita, i fondamentali migliorano

La quotazione dell’argento nel 2019 potrebbe vedere una ripresa secondo gli esperti, soprattutto grazie ad un sentimento positivo degli investitori e ad una domanda crescente tirata dal settore automobilistico tecnologico.

Tra le materie prime, potrebbe essere una di quelle a maggior crescita.

Previsioni argento 2019, perché potrebbe salire

La spinta maggiore sui prezzi argento 2019 potrebbe venire dal settore automobilistico e da quello degli smartphone.

Per quello che riguarda le auto, la sempre maggiore presenza di auto ibride ed elettriche richiederà un costante uso di argento: questo materiale viene usato, infatti, per tutta una serie di funzionalità all’interno di questo tipo di vetture.

Le auto EV ed HEV usano fino a 1 oncia di argento ognuna, il doppio rispetto alle vetture a combustione interna. Inoltre, più sono le funzionalità e maggiore sarà il bisogno di argento per interruttori e relè legati alle funzionalità extra.

Si prevede che entro il 2040, i veicoli elettrici ed ibridi rappresenteranno più del 50% della domanda globale di argento per il settore automobilistico.

Passando al settore smartphone, si prevede che nel 2019 questi strumenti tecnologici useranno oltre 16 milioni di once di argento in totale, in salita rispetto al 2018.

E’ vero che le economie sviluppate sono oramai sature, ma ci sono ancora i mercati emergenti che hanno enorme potenziale (l’India più di tutti, dato che è diventato il secondo mercati di smartphone al mondo dietro la Cina e davanti agli USA).

Cosa dicono gli esperti?

Secondo David Holmes, vicepresidente del gruppo di raffinazione tedesco Heraeus presso la sede di New York, i prezzi dell’argento avranno effettivamente e probabilmente una ripresa nel 2019, spinti sia da solidi fondamentali di mercato, sia da un’ampia speculazione da parte degli investitori (chi investe con i broker, praticamente).

Holmes ha affermato che proprio l’attività speculativa ha spinto, nel 2011, il prezzo dell’argento al record di $50 ad oncia, e lo stesso potrebbe accadere nei mesi futuri. L’attività speculativa degli investitori è il principale motore dell’azione del prezzo dell’argento.

Lo stesso Holmes, infatti, ritiene che gli investimenti al ribasso fatti nel 2018 sul mercato dei Comex inizieranno a invertirsi nel 2019 poiché i fattori macroeconomici e finanziari saranno in favore del metallo bianco.

Il rapporto oro / argento dei prezzi relativi dei 2 metalli è allungato e oramai vicino ai massimi da un quarto secolo. Quest’anno l’argento è sceso dell’1,37% per ogni calo dell’1% dell’oro, e la stessa proporzione dovrebbe venire mantenuta anche in fase di salita, il che significa che l’argento supererà l’oro in termini di performance.