Edizione di mercoledì 20 Marzo 2019 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Auto Elettrica Fiat Centoventi: che previsione per le azioni FCA?

Auto Elettrica Fiat Centoventi: che previsione per le azioni FCA?

Al salone dell’auto di Ginevra è stata presentata una grande novità in casa FCA: la citycar elettrica Concept Centoventi. Il nome richiama una ricorrenza speciale per la società, ossia il 120° anniversario della casa italiana. Il design, ispirato alla Panda (ma non solo) sembrerebbe un tentativo di sostituire la stessa.

La Centoventi è frutto dell’investimento da 5 miliardi di euro annunciato lo scorso giugno a Balocco, una svolta nel mondo automotive cui potrebbero seguire ulteriori prototipi. L’impiego della tecnologia elettrica, difatti, fa parte del piano di ricerca e sviluppo del triennio fino al 2022.

Un punto a favore della vettura consiste nel suo altissimo grado di personalizzazione. La versione base prevede in dotazione una batteria che, promette la società, garantisce un’adeguata duratura nei centri urbani. I clienti hanno tuttavia la possibilità di amplificare la tenuta inserendo tre ulteriori batterie sotto il pavimento e una quarta sotto il sedile del conducente. Anche perché il prototipo che si è visto al salone di Ginevra non ha il sedile passeggero.

Il mercato delle auto elettriche costituisce certamente il futuro. Non mancano le perplessità, a cominciare dalle poche colonnine di ricarica attualmente presenti nei centri urbani. La tecnologia sta però facendo passi da gigante, e l’autonomia di queste citycar è molto migliorata. Si può ragionevolmente pensare che a partire già da quest’anno potremo assistere ad un exploit di auto elettriche, grazie anche agli incentivi sulla rottamazione (ne abbiamo parlato qui).

Previsioni azioni FCA

Naturalmente questa piega green di FCA avrà delle ripercussioni positive sul titolo azionario. Già oggi le azioni hanno concluso una seduta molto positiva, mettendo a segno un +3,65%.

Ad oggi, comunque, gli analisti inseriscono il titolo in una trendline ribassista; le previsioni sul lungo periodo sono positive, e ciò significa che potrebbe essere giunto il momento di comprare a buon mercato. Eventuali spunti rialzisti avranno come target price 14,8, con primo supporto a 13,02. Tale supporto non dovrebbe avere problemi a “resistere”.

A breve termine l’alta volatilità ci indica che gli investitori sono ancora indecisi su come muoversi, e potremmo assistere a repentine vendite. Proprio per questo, se si è interessati al titolo (e lo riteniamo un buon investimento) i prossimo ribassi potrebbero riservare ottime occasioni d’acquisto.

I SOLDI AL LAVORO AL POSTO TUO!

Clicca per iscrizione trading online