Edizione di mercoledì 17 ottobre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Azioni Farfetch: boom alla Borsa di New York

A poche ore dal debutto in borsa di ieri, i titoli di Farfetch sono cresciuti toccando il picco del +53%. Ciò che ha attratto gli investitori è senza dubbio il connubio vincente tra tecnologia e luxury brand.

La società ha venduto 44,2 milioni di azioni giovedì, per un totale di 885 milioni di dollari; la valutazione del colosso dell’e-commerce si aggira oggi a circa 6,2 miliardi di dollari. Non solo, ma il numero di azioni disponibili è stato anche aumentato in corso d’opera per via di una fortissima domanda. Al momento della scrittura il prezzo per azione è di oltre 28$, praticamente un aumento di oltre il 42% rispetto all’iniziale forbice 17-19$.

Certamente da un lato Farfetch ha una concorrenza spietata nel settore del lusso, da altri siti come Net-A-Porter sino agli store monomarca (fisici e non). Dall’altro lato, però, gli esperti rilevano che il business del nuovo millennio non vede più clienti affezionati ad una sola boutique; al contrario, sempre più persone acquistano indistintamente in più e-commerce.

Prospettive del settore lusso: un mercato in crescita

Si stima che il mercato globale dei beni di lusso personali valga $ 307 miliardi nel 2017. Un settore che beneficia della nuova classe agiata dei Paesi emergenti, e che di anno in anno segna continui record. Non solo la moda, come Farfetch, ma anche automotive (ad esempio Aston Martin) o alta orologeria e gioielleria.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

In particolare l’industria dell’abbigliamento potrebbe registrare un +2,5/3,5% rispetto allo scorso anno, a detta degli esperti.

Non si sottovaluti come dai grafici degli anni passati si rileva che la moda è stata ben resistente ai momenti negativi. Rispetto ad altri settori, quello del lusso in generale, e del suo sotto-segmento fashion, appaiono in un deciso trend rialzista poco o nulla influenzato da fattori macro.

Ulteriori titoli da tenere sott’occhio sono quelli del gruppo LVMH (di cui fanno parte moltissime case tra cui Mouis Vuitton, Moët e Hennessy, Kenzo, Givenchy) e Ralph Laurent. Gli appassionati del Made in Italy troveranno certamente buone opportunità di guadagno investendo in aziende storiche quali Salvatore Ferragamo e la neo-italiana Moncler.

Se punti ad introiti sul breve-medio termine non possiamo che consigliarti il trading tramite i CFD, così da ottimizzare anche eventuali movimenti al ribasso.