Edizione di venerdì 20 luglio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Azioni Ferrari da record: saliranno ancora?

Le azioni Ferrari si confermano come uno dei migliori titoli presenti sulla Borsa Italiana. Nella giornata di ieri, infatti, hanno raggiunto la vetta del Ftse Mib segnando il loro record storico. Già giovedì era stata una giornata all’insegna dei traguardi, con un prezzo di 127,2€ ad azione, ma venerdì si è toccato il massimo di 128€.

Sembrerebbe quindi che il Cavallino si sia pienamente inserito in un trend rialzista di breve periodo già preannunciato da molti analisti.

Complici di questa impennata sono sicuramente le promozioni ricevute dai principali broker. Berenberg ha avanzato il target price da 125 a 135€; nel momento in cui scriviamo il prezzo delle azioni Ferrari è a 127,65€. Berenberg ha inoltre stimato che un’azione del Cavallino potrebbe anche toccare e superare i 240€, soprattutto in vista della nomina di Marchionne a CEO della società. Si tratterebbe di un’ulteriore garanzia per gli azionisti.

Anche Banca Akros ha aumentato il prezzo obiettivo portandolo da 118 a 132,5€, in vista dell’IPO Aston Martin. Il debutto in Borsa per la casa inglese potrebbe innescare ulteriore re-rating, fornendo una base di confronto per l’azione.

Investire in azioni Ferrari: una strategia rialzista

Ferrari ha guadagnato nell’ultimo mese il 12,7%, ma guardando indietro i numeri positivi non sono finiti qui. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, l’azienda automotive di lusso ha messo a segno un +63%, e da inizio anno un +42%.

Si profilano dunque interessanti profitti sia per gli azionisti che per gli investitori che prediligono il trading tramite i CFD.

Possiamo quindi fissare un primo allungo in area 128,40-128,60 e un secondo target attorno ai 130€ Difficile per adesso ipotizzare un’inversione ribassista di tendenza; le raccomandazioni degli analisti seguono ancora il rating buy e accumulate.

Sarebbe preferibile comprare prima della chiacchierata IPO Aston Martin, perché la società britannica si pone in netto svantaggio rispetto al Cavallino sotto tutti i parametri di qualità. Ciò potrebbe determinare un’ulteriore rialzo dei prezzi Ferrari, ideale per una strategia con CFD ma poco conveniente per l’acquisto. Occorre, insomma, approfittare degli attuali costi prima che il titolo superi i 130€.

Consigliamo inoltre di seguire le performance di Ferrari nella Formula 1; accade spesso che buone gare influenzino le vendite della società e, di conseguenza, anche l’andamento in Borsa.

Trovi qui altri spunti di investimento per questa estate 2018.