Edizione di venerdì 21 settembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Azioni Nordstrom in ribasso: è il momento di comprare

La catena di negozi d’abbigliamento Nordstrom stanno attraversando un momento azionario particolarmente deludente. Il titolo è sceso del 7% nella giornata di ieri, e al momento della scrittura ha perso oltre il 10%.

Ciò si collega strettamente alle performance negative in fatto di vendite, le cui attese per l’ultimo trimestre sono state deluse; le vendite hanno infatti registrato un +0,6%, a fronte di almeno uno +1,13 che gli analisti si aspettavano.

Questo risultato ha messo in ombra le pur buone entrate e gli utili che, al contrario, sono risultati in aumento. La società ha infatti registrato un fatturato di 3,56 miliardi di dollari e un profitto di 51 cent. per azione.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

Occorre tuttavia che la grande distribuzione in generale, e non solo Nordstrom, faccia i conti con il boom delle vendite online. Questo spiega anche la discrepanza tra le scarse vendite dei negozi fisici e i soddisfacenti ricavati, frutto proprio dell’e-commerce.

I dirigenti della società con sede a Seattle hanno però accusato il meteo di remare contro: il tempo bizzaro, dicono, avrebbe danneggiato le vendite stagionali nell’abbigliamento femminile.

Titoli Nordstrom: conviene investire?

L’analista di Atlantic Equities, Daniela Nedialkova, ha dichiarato che questa repentina contrazione di prezzo potrebbe costituire un’ottima opportunità di investimento. Il suo rating è quindi buy, e contempla un target price di 58$, a fronte dei circa 45$ che il titolo ha in questo frangente.

Il copresidente Peter Nordstrom ha rassicurato gli analisti in una conference call, sottolineando che l’abbigliamento, gli accessori e la bellezza degli uomini sono alcuni delle categorie con le migliori prestazioni della società.

Nonostante il momento di crollo, occorre infatti allargare lo sguardo al lungo periodo, e subito la situazione diviene più rassicurante. Facendo un raffronto con i dati del 2017, la società sembra godere di ottima salute; il reddito netto è passato da 63 milioni di dollari a 87, e i guadagni per azione da 37 centesimi a, come abbiamo detto, 51.

Inoltre, la spesa al consumo in generale negli Stati Uniti è aumentata, alimentando l’ottimismo nel settore della vendita al dettaglio.

Se sei interessato ad ulteriori suggerimenti degli esperti in materia di investimento, trovi qui alcuni consigli e a questo link le previsioni per il mercato azionario 2018.