Edizione di giovedì 16 agosto 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

IPO per Magneti Marelli: spin-off di FCA

I titoli di FCA sono stati particolarmente altalenanti negli ultimi mesi. Dopo un’estate positiva, la società ha visto un rallentamento a settembre, quando il Ceo Sergio Marchionne aveva smentito l’ipotesi di vendita o fusione col colosso cinese Great Wall.

Adesso però l’azienda potrebbe fare un passo indietro, se non con la Terra del Sol Levante per lo meno con i suoi azionisti. Diversi rumors sostengono infatti che FCA sia intenzionata ad effettuare un’IPO per distribuire le azioni di Magneti Marelli agli azionisti. Ciò avverebbe in proporzione alle loro partecipazioni attuali.

Una vendita, insomma, del ramo aziendale tramite unica operazione, a dispetto dell’iniziale ipotesi di un doppio canale (IPO più distribuzione di azioni). Si tratta di indiscrezioni provenienti da fonti Reuters, che però potrebbero essere confermate dall’amministratore delegato Marchionne giorno 1 giugno, durante la presentazione del nuovo piano strategico.

Gli advisor finanziari per l’operazione sarebbero Goldman Sachs e JP Morgan, insieme a Sullivan & Cromwell negli Stati Uniti e Legance in Italia.

Quotazioni FCA, cosa aspettarsi?

Magneti Marelli fa parte della divisione componentistica di FCA insieme a Comau e a Teksid. Sul lungo periodo solo quest’ultima potrebbe rimanere sotto il controllo dell’ex Fiat.

Queste grosse novità, nonostante il dichiarata contrarietà della famiglia Agnelli, sta facendo rendendo le azioni di FCA protagoniste di ottimi rialzi in Borsa. Al momento della scrittura i titoli di FCA viaggiano a 17,16€.

Le prospettive di crescita sono buone, soprattutto per due ragioni. Anzitutto la promozione degli analisti di Moody’s che hanno mantenuto il rating buy e fatto un upgrade sul merito di  credito da Ba3 a Ba2. La scelta è dovuta “ai significativi miglioramenti nelle metriche del credito negli ultimi tre anni e alla riduzione della leva finanziaria da parte del gruppo”.

FCA dovrebbe continuare ad avere performance in crescita durante l’anno, soprattutto grazie alla focalizzazione sul brand Jeep e alla diminuzione del diesel, seguendo le tendenze dei mercati.

Il secondo motivo riguarda proprio lo scorporo di Magneti Pirelli. Se l’attuale valore del comparto è di circa 2,2 miliardi di euro, secondo gli esperti di Banca Akros da sola potrebbe più che raddoppiare la valutazione, arrivando così ai 5 miliardi circa. Tutto ciò favorirebbe ulteriormente FCA nella misura orientativa di +2€ per azione.