Robinhood conferma che oltre 420.000 utenti posseggono azioni Aurora Cannabis (ACB)

49

Aurora Cannabis prosegue la scia positiva degli ultimi mesi: il titolo risulta infatti il più diffuso nell’app Robinhood. L’app, pensata per i giovani e fruita soprattutto dai millennials, consente di fare trading gratuito, un’idea vincente per avvicinare le nuove generazioni al mondo della finanza

Il gruppo canadese Aurora Cannabis, dunque, è in testa alle preferenze giovanili, ma a cosa si deve tanto appeal? Anzitutto il prezzo nominale per azione è inferiore rispetto a quello non solo delle concorrenti dirette di settore, ma anche di altre società che si trovano sull’app. In seconda istanza il mercato della canapa sta registrando ottime performance, e gli analisti sono concordi nel ritenerlo uno degli investimenti più redditizi dei prossimi anni. Infine, ruolo centrale ha la progressiva accettazione della cannabis: 10 stati hanno legalizzato la marijuana per uso ricreativo e 33 hanno approvato il suo uso per scopi medici. Senza considerare le sempre maggior richiesta di prodotti a base di CBD.

Il boom di Aurora Cannabis ha portato al grande traguardo della scorsa settimana. Più di 420mila utenti Robinhood detengono quote della società, che già da fine gennaio è riuscita a strappare il primo posto ad Apple.

Investire in Aurora Cannabis

Come abbiamo accennato, il crescendo interessa tutto il comparto, ma di certo Aurora Cannabis è protagonista indiscussa; in questi primi mesi del 2019 ha guadagnato l’82%, mentre la sua diretta rivale Cronos il 45%.

C’è da considerare che Aurora Cannabis ha un grandissimo potenziale di crescita dovuto soprattutto alle partnership con aziende che si occupano di beni di consumo. In primis quella con  PepsiCo, che potrebbe anche accelerare l’ingresso di Aurora nel mercato delle bevande a basa di cannabis. Prodotti che dovrebbero essere legalizzati in Canada entro ottobre. La seconda collaborazione è stata annunciata il 16 aprile Aurora, con l’acquisizione del restante 48% di Hempco Food and Fiber Inc. In questo modo la società ha in mente di espandersi anche nel settore del cibo e degli integratori a base di canapa; il sodalizio consente di spingere sull’export data la vocazione internazionale di Hempco.

Insomma, se investire in cannabis è l’affare del momento, i giovani stanno senz’altro guardando lungo (e bene!) puntando su Aurora Cannabis, come suggerisce anche l’analista di Cowen Vivien Azer.

Iscrizione criptovalute

Iscrizione ad eToro