Edizione di martedì 22 maggio 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Investire in bond: opportunità dalle valute emergenti

Sono già disponibili sul mercato MOT tre nuove obbligazioni emesse da Goldman Sachs. Si tratta di bond a tasso fisso denominate in Pesos messicani, Lire turche e Rand sudafricani.

Il valore nominale è espresso nella valuta del Paese emergente, così come i flussi cedolari e il rimborso. Occorre quindi prestare molta attenzione a questo punto perché l’investitore risulta così sovraesposto al rischio di cambio. Per semplificare, la convenienza di un investimento del genere dipende moltissimo dal tasso di cambio. Se la nostra moneta unica dovesse ulteriormente rafforzarsi nei confronti di queste monete, si incorrerà in un basso controvalore in euro dei bond stessi. Al contrario, se queste tre valute cresceranno in maniera solida, ciò si rispecchierà in un controvalore  in euro decisamente positivo per l’investitore.

Si tratta insomma di obbligazioni adatte soprattutto a due tipi di investitori: coloro che hanno un profilo di rischio medio-alto e coloro che puntano ad una massima diversificazione del loro portafogli. Ovviamente, come vedremo più nel dettaglio a breve, la contropartita per un rischio tutto sommato elevato sta nei tassi di interesse molto alti.

Siamo lontani dalla sicurezza dei titoli di Stato (trovi qui qualche suggerimento in merito), lacuna colmata però da interessanti percentuali di guadagno. Goldman Sachs è inoltre un gruppo particolarmente solido che vanta rating più che positivi.

Bond valute emergenti: le caratteristiche

Tutte e tre le obbligazioni prevedono che alla scadenza il rimborso integrale del valore nominale nella valuta di denominazione. Riportiamo qui il tasso di interesse di ogni bond al netto delle tasse, che ricordiamo ammontare al 26%.

I bond in Pesos Messicani hanno codice ISIN XS1796107289 e scadenza al 18 aprile 2023. Il taglio minimo è di 30.000 Pesos (MXN), al cambio circa 1.300€. La cedola annua netta ammonta al 5,8%.

Le obbligazioni denominate in Lire turche hanno invece ISIN XS1796102991 e scadono il 18 aprile 2021. Il taglio minimo è pressoché lo stesso, e ammonta a 7.000 Lire turche (TRY), ossia 1.395€. Gli interessi netti offerti dall’emittente ammontano al 10,4%.

Torniamo invece ad una durata quinquennale per i bond in Rand sudafricani, identificati dall’ ISIN XS1796099320. Il taglio minimo è di 20.000 Rand, cioè 1.335€ circa. I flussi cedolari offerti da Goldman Sachs sono del 5,9% all’anno.