Edizione di venerdì 21 settembre 2018 | Home - Redazione - Note legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità su tradinglabs.it

Obbligazioni Cina: secondo S&P Global opportunità di guadagno

Buone notizie per gli investitori più prudenti che non amano il rischio: sembra essere in arrivo un periodo d’oro per i Titoli di Stato. Abbiamo già visto il possibile rally di fine anno per i titoli italiani, e adesso S & P Global dà suggerimenti su quelli cinesi.

Ewout Steenbergen, Chief Financial Officer di S & P Global, ha spiegato che è un buon momento per investire in Cina, complice la revoca sulle restrizioni alla proprietà straniera per le agenzie di rating. Steenbergen ha infatti aggiunto che S & P Global intende avviare una nuova entità per le sue attività nel continente. Sino a poco tempo fa le agenzie di rating straniere erano obbligate a collaborare con partner cinesi. Oggi invece Pechino ha detto di volere aprire il settore finanziario a più investimenti stranieri già entro la fine del 2018, consentendo alle imperse estere di competere su un piano di parità con le compagnie nazionali.

Secondo l’analista, inoltre La Cina è “il terzo mercato di domestic bond al mondo, riteniamo che supererà presto il Giappone per diventare il secondo”.

Apri un conto demo gratuito per fare trading con Binck Bank

L’apertura della Cina consentirà agli investitori internazionali di puntare sul Paese; in precedenza si poteva fare affidamento solo sulle agenzie di rating cinesi, che naturalmente destavano la preoccupazione che fossero eccessivamente positive e indulgenti.

Titoli di Stato cinesi: conviene investire?

Steenbergen ha affermato che “Oggi le obbligazioni domestiche cinesi, per il 2% sono acquistate da investitori internazionali, per il 98% solo dagli investitori cinesi e penso che possiamo aiutare il mercato creando maggiore maturità, maggiore fiducia. Naturalmente, con la nostra credibilità in ingresso, speriamo di avere più fiducia degli investitori internazionali che entrano in azione, più flussi di capitale verso la Cina“.

Di recente le obbligazioni cinesi sono diventate più accessibili agli investitori internazionali , con un nuovo sistema di liquidazione. Insomma il mercato cinese si sta aprendo, e un investimento in Titoli di Stato potrebbe offrire buone opportunità di guadagno già entro il 2018.

La situazione economica cinese è tuttavia molto complessa. La spesa per consumi rallenta e lo yuan continua a indebolirsi contro il dollaro, ma si noti che questo potrebbe non essere un aspetto negativo. Una valuta più debole, e che in tutti i casi non sta subendo il crollo della lira turca, ad esempio, sostiene le esportazioni del Paese.