Trasferire il conto corrente: quando conviene?

79

Gli istituti di credito si trovano in una fase di concorrenza agguerrita. Ciò, naturalmente, va a tutto vantaggio dei clienti, che possono beneficiare di sempre migliori offerte. Sono ormai lontani i tempi in cui un conto corrente costava svariate centinaia di euro l’anno, e anzi oggi moltissime banche offrono questo prodotto in maniera quasi del tutto gratuita.

Il primo consiglio è quello di informarti sui costi del tuo attuale conto: potresti scoprire, ad esempio, che le condizioni sono variate e paghi una commissione per ogni prelevamento e/o bonifico, oppure che è in vigore una tassa bi/trimestrale o annua di cui non eri a conoscenza. Cosa fare? Ecco, questo è un caso prototipico per cui conviene trasferire il conto corrente.

Per avere un quadro ancora più chiaro è utile affidarsi all’ISC, l’Indicatore Sintetico di Costo. Questo documento deve essere consegnato, per obbligo di legge, all’apertura del conto; se sei un cliente decennale magari non lo hai conservato, ma suggeriamo di fartene dare una copia. Da qui potrai leggere la media dei costi annuali, fissi e variabili, modellati in base a sei profili tipo.

Facciamo subito qualche esempio. Per una famiglia, la cui operatività media è stata calcolata di circa 228 operazioni annue, il costo medio di un conto corrente è di 111 euro ogni 12 mesi. Se ne spendi di più, è il caso di trasferirti presso un’altra banca, ma anche se rientri in questo parametro potresti valutare soluzioni più economiche. Alcuni istituti online, come WeBank ed N26, hanno proposte di conti correnti completamente a costo zero.

Trasferimento conto: ecco come fare

Semplicemente chiederlo al nuovo istituto, niente di più facile! Deve essere infatti la banca accogliete a sbrigare tutte le pratiche entro 12 giorni dalla tua richiesta.

Il procedimento è totalmente gratuito sia in ingresso sia in uscita; non dovrai pagare alcuna penale, ma ricorda di restituire le carte (sia prepagate che di debito che di credito) e il libretto degli assegni.

Se hai un conto titoli, informati sulla possibilità di tenerlo nonostante la migrazione del conto; non tutti  gli istituti lo consentono. In questo caso conviene chiuderlo e aprirne uno contestualmente al nuovo conto corrente.

Conto Deposito

SCEGLI UN CONTO DEPOSITO SICURO
Clicca per apertura conto